Notizie

Repubblica.it – “Le pizze le prepara un nero? E allora qui non mangiamo”

“Non mangio la pizza da te, se è stata preparata dai neri”. E ancora: “Chi ha condito le mie pizze? Quel ‘negro’…? Allora non le voglio più, mi fa schifo solo il pensiero che quelle mani abbiano toccato il cibo che mangio”. Non sono dei dialoghi tratti da un film sulla questione razziale magari ambientato in luoghi lontanissimi da noi ma le frasi che si è sentito dire il titolare di una pizzeria nel cuore della Sicilia. Per l’esattezza a Licata, in provincia di Agrigento, dove si trova “La Fauzzeria” il locale che è stato teatro di odiosi episodi di razzismo messi in atto da alcuni clienti.A denunciarli il proprietario del locale Gianluca Graci che si è sfogato sui social: “Alla soglia del 2024 devo ancora sentire certi discorsi: sai io non vengo più nella tua pizzeria perché le ultime due volte ho trovato due ragazzi di colore dietro il bancone. Oppure: Non ti dico che sono sporchi, ma già a vedere che mettono le mani negli ingredienti mi fa senso”. Insulti e commenti a cui Graci ha risposto con poche parole: “A me voi fate senso e mi fate pure paura”. Si è rivolto così a chi lo “ammoniva” consigliandogli di tenere nascosti quei dipendenti che non gli facevano una buona pubblicità: “Sei in un paese piccolo e devi capire che piano piano potresti perdere clienti. Pure i tuoi colleghi hanno ragazzi di colore, ma li tengono in cucina e non si vedono”. Continua a leggere su: Repubblica.it

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *