REDAZIONE, Notizie

Il cantautore GIULIO CANTORE presenta il brano “Pane”

Il brano, pubblicato il 9 giugno su tutti gli store digitali grazie al supporto di Believe e Bajun Records, parla di pane in senso metaforico, con la genuinità e la semplicità che da sempre contraddistinguono lo stile del cantautore romagnolo.

A raccontarci la genesi del brano è lo stesso Giulio Cantore:

Il pane è fatto di tre ingredienti: acqua, farina e sale, eppure ogni volta è diverso, miriadi di forme e sapori differenti.
Anche la vita è fatta di funzioni elementari, come mangiare, bere, respirare, eppure possiamo “impastarla” in tanti modi. E’ proprio la chimica dell’ impastare la chiave. Il brano è un invito a gustarla questa vita, perché il tempo passa anche sotto la crosta..o la pelle, che dir si voglia..

“Pane” è accompagnato da un videoclip uscito il 16 giugno, rigorosamente fatto in casa, nato da un’idea molto carina. A parlarcene è sempre Giulio Cantore:

Anche io e mia moglie Sara siamo appassionati di pane e preparati con la pasta madre. Ho deciso così di contattare su Instagram i profili che trattavano l’argomento, panificatori per lavoro o per passione, domandando di inviare una foto di un pane che rappresentasse la loro forma d’ arte per crearne un videoclip. La riposta al progetto è stata entusiasmante e nel giro di qualche giorno mi sono ritrovato la mail piena di foto di pani da tutti i continenti. Hanno aderito al progetto 19 panificatori. Mi sono accorto di quanto il pane fatto in casa sia per molti quasi una forma di attivismo politico, che ha come comune denominatore la sostenibiltà e il prendersi cura del quotidiano.

L’idea del brano nasce tanti anni fa da un dialogo col mio amico Ivan, di professione panettiere. Gli parlavo delle difficoltà del fare il musicista lamentando una vita e un futuro estremamente precario. Lui mi disse: “Non devi preoccuparti, perché di pane e di musica ce ne sarà sempre bisogno”. Mai avevo pensato ad una cosa simile, e dopo tanti anni mi rendo conto che questa frase mi ha accompagnato e incoraggiato, traghettandomi fin dove sono ora..sempre precario, ma con questa frase di buon auspicio in tasca..
Così come per i precedenti singoli, anche l’artwork di “Pane” è tratto da un disegno di Marcello di Camillo, coinquilino di casa e laboratorio di Giulio Cantore.

Una canzone da ascoltare e da respirare!

CREDITS
Giulio Cantore: voce, chitarra acustica, classica, hawaiiana
Pietro Agosti: contrabbasso
Artwork: Marcello di Camillo
Etichetta: Bajun records
Distribuzione: Believe digital
Ufficio stampa: Doppio Clic Promotions


Potrebbe interessarti anche:
VIDEO: CARTA DA MUSICA – BRICIOLE DI PANE SUL PENTAGRAMMA. INCONTRO CON L’AUTORE FERNANDO CLEMENTE

Back to list