REDAZIONE, Notizie

Il 16 ottobre si celebra la festa del Pane: le iniziative di alcuni forni modenesi

Forse non tutti sanno che ormai da 37 anni, vale a dire dal 1981, il 16 ottobre si festeggia la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, organizzata dalla FAO. Dal 2006, è stata istituito nello stesso giorno il World Bread Day, ovvero la Giornata Mondiale del Pane, una giornata per celebrare il pane al fine incoraggiare le persone al consumo e promuovere la cultura del pane fresco.

CNA e Confeserecenti, per sensibilizzare istituzioni e consumatori, soprattutto i più piccoli, sul consumo del pane, hanno organizzato “Ti voglio pane”, un’iniziativa che coinvolge diversi forni in città e provincia che potranno proporre degustazioni di pane, praticare per un giorno prezzi scontati, aprire alle visite (ovviamente, compatibilmente con le norme sanitarie vigenti) i laboratori.

L’evento vuole valorizzare il consumo consapevole del pane, come conoscenza di cosa significa degustare il pane fresco e i prodotti da forno, ma anche come esperienza della maestria della manifattura artigiana, che pervade la produzione del nostro territorio. Il pane, infatti, è fatto di pochi semplici materie prime – farina, acqua, lievito – ma anche di un ingrediente chiamato sapienza, fatto di tempo, passione ed esperienza. Ingrediente che solo i fornai artigianali possiedono.

Ma le iniziative che si prefiggono questo obiettivo non si fermano alla giornata di domani: giovedì 22 novembre Bologna ospiterà un vero e proprio concorso di… bontà: una sfida di degustazione tra opere panarie che valorizzino il pane fresco, la tradizione artigiana produttiva e la cultura del pane legata al nostro territorio.

I forni che vorranno aderire al contest parteciperanno portando un’opera panaria già cotta da degustare ispirata al concetto di pane fresco, che entrerà in gara e verrà giudicata da una giuria di esperti durante l’iniziativa conclusiva.

Una vera e propria gara del pane artigianale. Ma non serve essere esperti per apprezzare un prodotto il cui solo profumo fa venire l’acquolina in bocca e che si distingue per fragranza ed aroma dal pane industriale, magari precotto e riscaldato!

FONTE: http://www.modena2000.it

Back to list