Notizie

Gazzetta.it – Pane proteico: quando è utile in una dieta e quando è meglio evitarlo

Gli alimenti funzionali e fortificati in genere sono prodotti addizionati con vitamine o sali minerali, oppure arricchiti con elementi naturali che aumentano, ad esempio, il contenuto di proteine o di fibra dell’alimento. Un nuovo trend consiste nell’addizionare il pane di grano duro con farina di legumi ed estratto di carciofo Alcune industrie alimentari hanno pensato di modificare la ricetta del pane di semola di grano duro, uno dei prodotti base dell’alimentazione italiana, sostituendo parte della farina di semola di grano duro con farina di legumi (ottenuta dalla macinazione dei legumi secchi) e aggiungendo una quota di estratto di carciofo, ricco di fibre benefiche per la flora intestinale come l’inulina. L’unione di queste due farine permette di ottenere un pane proteico (circa 30 grammi di proteine ogni 100 grammi) oltre che un alimento completo: infatti unendo legumi e cereali è possibile ottenere tutti gli amminoacidi essenziali al corretto funzionamento dell’organismo. Inoltre, aumentare la quantità di fibra, permette di ottenere un prodotto più saziante rispetto al pane comune e con caratteristiche benefiche per l’attività intestinaleContinua a leggere: Gazzetta.it

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *