Notizie

Cibotoday.it – Il trentenne argentino che ha aperto la prima e unica emapanaderia di Firenze

Fiumi di Fernet, il profumo del pane appena sfornato (che poi non è pane…), la dolce melodia di un tango a scandire ogni morso e ogni bevuta. Sembra Buenos Aires, ma è Santa Croce a Firenze. È proprio così che lungo il Caminito di via Ghibellina, ci siamo ritrovati nella prima e finora unica empanaderia della città. Quasi una provocazione, visto l’amore e l’orgoglio dei fiorentini nei confronti della ciccia, ma al contempo un locale accogliente e colorato che nei suoi primi tre anni di vita è riuscito a ritagliarsi un discreto successo tanto coi locals quanto coi turisti.

Caminito. Da Buenos Aires a Firenze, andata-ritorno

Caminito è prima di tutto il 31enne Mario Alejandro Torres, che ha deciso di portare nel cuore di Firenze un pezzo della sua Buenos Aires. “Sono qua ormai da 20-21 anni, ho sempre lavorato in attività legate al mondo della ristorazione e un giorno, sentendo la mancanza di casa, mi sono detto: ‘Perché non aprire un ristorante argentino che ricordi uno dei luoghi più emblematici della mia città?’ El Caminito altro non è infatti che il nome della celebre viuzza del quartiere de La Boca, un vero e proprio museo a cielo aperto grazie alle sue casette di mille colori costruite anni fa dai pescatori del barrio

Continua a leggere su: Cibotoday.it

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *