Torna Pane Nostrum a Senigallia: la manifestazione “lievita” e cambia location

Pane Nostrum cresce, “lievita” si potrebbe dire: nella pratica si trasforma e cambia location per la 19esima edizione che si terrà a Senigallia dal 27 al 29 settembre prossimi. L’evento dedicato all’arte panificatoria targato Confcommercio Marche Centrali e CIA provinciale di Ancona vedrà anche quest’anno dimostrazioni, laboratori con i tipici forni a cielo aperto, masterclass per i professionisti del settore, incontri e convegni, oltre alla tanto attesa esposizione e vendita dei prodotti in pieno centro storico, cuore fieristico della città.

Maestri pasticceri, esperti panificatori e abili pizzaioli invaderanno con i loro banconi, forni e impastatrici nuovi luoghi della città: si distribuiranno infatti tra il Foro annonario, l’ex pescheria e la sovrastante biblioteca Antonelliana. Nell’ex pescheria si terranno gli show coking e le dimostrazioni; il Foro Annonario ospiterà i banchi espositori; nella biblioteca Antonelliana si svolgeranno le masterclass con i professionisti del settore, mentre nel cortile della biblioteca che si affaccia su piazza Manni sarà allestito un palco per dibattiti e convegni.

Quella di fine settembre si preannuncia come un’edizione rinnovata del festival del pane, non solo nella location ma anche nello slogan: Pane Nostrum diventa in vista del suo ventennale il “salone nazionale dei lievitati“. Ormai a Senigallia e nelle Marche la kermesse è un evento riconosciuto che di fatto allunga la stagione dei grandi eventi della spiaggia di velluto: in tanti aspettano di vedere i fornai all’opera grazie ai forni a cielo aperto, per poter sentire con tutti i sensi i vari tipi di pane, pizza e dolci.

«Il ruolo di Pane Nostrum sta cambiando nel tempo – spiega Massimiliano Polacco di Confcommercio – ha assunto i connotati di un salone che sviluppa con più maturità e cognizione di causa i temi declinati in questi anni. Avremo esperti del settore che daranno risposte concrete a temi di attualità gravitando tra il contesto agricolo e l’expertise d’eccellenza nel campo dei lievitati (pane, pasticceria e pizza). La nuova location che ospiterà la diciannovesima edizione di Pane Nostrum offrirà migliori spazi conviviali e diventerà un riferimento più definito per la città, in particolare per le attività economiche del centro che potranno utilizzare l’evento come un vero e proprio strumento di sviluppo per aumentare il flusso dei clienti e le vendite in un periodo non semplice dato che siamo in chiusura della stagione estiva».

FONTE: https://www.centropagina.it