In Sudafrica pane e grissini made in Verona

Da Verona al Sudafrica per produrre pane, grissini e schiacciatine. «Non c’è cantina locale che non accompagni le degustazioni di vini ai nostri prodotti. È una bella soddisfazione». Parola di Simone De Biase, 44 anni, veronese di Borgo Milano, ex agente di commercio, attivo da otto anni con una piccola azienda nella cittadina di Stellenbosch, a 50 chilometri da Cape Town, la capitale sudafricana. Così il sindaco Federico Sboarina, il vicesindaco con delega ai Veronesi nel mondo Lorenzo Fontana e l’assessore alle attività economiche Francesca Toffali, gli hanno consegnato in municipio un attestato di ringraziamento perché promuovere prodotti veronesi da forno.

«Sono partito per il Sud Africa nel 2009 con la mia compagna Pamela, di Bolzano, e ho trascorso un periodo di sei mesi esplorativi, per valutare se ci fossero le condizioni e le opportunità per aprire questa attività», dice De Biase, «e quindi abbiamo deciso di provarci e di restare, avviando un forno. Stellenbosch è una città universitaria e quindi nei locali e anche nei negozi grissini, focacce, pane e schiacciatine vanno a ruba». De Biase sottolinea poi il fatto che «in Sud Africa se stranieri, come nel mio caso, aprono un’azienda, il personale deve essere composto almeno per l’80 per cento da cittadini sudafricani, e noi ne abbiamo cinque». Il vicesindaco Fontana sottolinea che «con questo riconoscimento vogliamo premiare i talenti veronesi nel mondo. E invito i nostri concittadini e segnalarci casi come De Biase».

FONTE: http://www.larena.it