La pizza napoletana incontra quella americana: il Bronx invaso dai forni

Meglio la pizza americana o quella napoletana? Un po’ di Little Italy arriva nel cuore dell’America. Il 5 e il 6 ottobre le strade del Bronx sono state infatti invase da forni e pizze di tutti i tipi. Tantissime le persone che hanno partecipato alla seconda edizione del ‘New York Pizza Festival’, compreso il sindaco Bill de Blasio.

Trenta i forni, alcuni dipinti anche con l’immagine di San Gennaro, accesi per gli amanti della pizza.

Impossibile non immortale il santo protettore di Napoli nelle storie su Instagram. 

forno-san-gennaro-362x600.jpg La pizza napoletana incontra quella americana: il Bronx invaso dai forni

 

Dalla pizza americana o di Chicago alla margherita napoletana. Per l’occasione sono arrivati in America otto pizzaioli del Napoli Pizza Village. Da Gino Sorbillo a Vincenzo Capuano, passando per Salvatore Salvo, Ciro Oliva (Concettina ai tre santi), Davide Civitiello (Rosso Pomodoro), Ciro Manfredi (da Ciro), Fabio Cristiano (Antica Pizzeria da Gennaro) e Teresa Iorio (Le figlie di Iorio).

Ma la differenza con le pizze nostrane è evidente dai video postati sui social. La pizza di Chicago si contraddistingue per un un impasto dai bordi molto alti e burrosi che viene riempito di formaggio, salsa di pomodoro e salsiccia e successivamente cotto in teglia. Nel Bronx si è assistito a una contaminazione tra l’idea di pizza Americana e quella Napoletana. Salse di ogni tipo, pizze con lasagna, pollo e carne. Un incontro che ha prodotto alcune pizze chiamate ‘Argentina’, ‘Monalisa’, ‘Denver Colorado’ e ‘Piccola Regina’. Alcune con fette di prosciutto e mozzarella altre con peperoni e patate. Immancabili anche le pizze fatte apposta per i vegetariani.pizza-americana-600x337.jpg La pizza napoletana incontra quella americana: il Bronx invaso dai forni

Due giorni che hanno fatto registrare il pienone. E che confermano la passione degli americani per i prodotti della nostra terra. Ma se l’arte dei pizzaioli napoletani è diventata patrimonio dell’Unesco, ci sarà un motivo…

Da Chiara Di Tommaso

FONTE: https://www.vesuviolive.it/ultime-notizie/308999-pizza-americana-napoletana/